Musica retrò: uno sguardo verso il passato

0
44

Bentornati su Dance Italia! Questa volta ho deciso di andare in controtendenza rispetto l’andamento generale di questo sito, ovvero ho scelto di scrivere un articolo sulla musica retrò invece di parlare delle novità del momento. E’ sempre importante conoscere le origini della musica che tutti noi oggi ascoltiamo in radio, in televisione e su qualsiasi altro dispositivo e seguire l’evoluzione della musica nel tempo è molto importante e può fornire una grande fonte d’ispirazione per nuove idee nell’ambito della produzione musicale. Quindi mettetevi comodi e prendete un po di tempo e ripercorrere i passi principali della musica retrò!

musica retrò

Dato che questo sito è incentrato sulla musica elettronica, prenderò in considerazione i passaggi principali di questo genere di canzoni (tralasciando rock, metal e musica di ogni altro genere) per conoscere l’evoluzione avvenuta negli anni 80.

Partiamo dalla prima metà del decennio: proprio in questo periodo comincia a diffondersi il personal computer, grazie al quale nascono i primi software e sequencer in grado di riprodurre un suono mai sentito prima: il suono elettronico.
In questo periodo la figura del “dj” si evolve: il disc jockey diventa un vero e proprio musicista che anima la pista da ballo  grazie al missaggio di brani esistenti, ottenendo un suono nuovo, più energico che invoglia le persone a danzare.
I primi dj musicisti emergono a New York e Chicago dove si vennero a formare dei veri e propri raduni nascosti e illegali (detti anche rave) in posti sperduti e disabitati.
Tra i primi generi di musica elettronica nati in questi anni troviamo l’house music e la techno.
Le origini della musica house vengono associate ad un locale di Chicago chiamato Warehouse, dove alcuni  dj mixavano dei loop di musica commerciale (che a quell’epoca era la disco, il funk, il soul e il blues) trasformandoli in veri e propri brani “rigenerati” grazie all’aggiunta di una batteria elettronica e nuovi groove di basso.
La house music nata a Chicago è un genere caratterizzato dalla presenza di un battito costante e rapido, da brevi parti musicali ripetute e campionamenti. In principio era rivolta ad un pubblico soprattutto giovanile. La musica house aiutò a divulgare la musica elettronica e ad consacrare , con l’invenzione del remix, l’inizio della cultura dei club. Fra i più noti dj residenti a Chicago che portarono l’house music vi furono Dj Pierre, Marshall Jefferson e Jamie Principle.
Inoltre, nello stesso periodo si venne a sviluppare l’acid house, una variante dell’ house che sfrutta i suoni particolari dalla drum machine Roland TB-303, mentre a New York nasce la garage house, ovvero un genere di house caraterizzata da sonorità soul.

Roland Tb-303

La techno invece si è affermata nella seconda metà degli anni ’80 a Detroit grazie a noti musicisti tra cui: Juan Atkins, Carl Craig e Derrick May. A differenza dell’house, la “Detroit” techno propone un suono moderno e profondo con BPM (Battiti per minuto) elevati rispetto ai brani di quel periodo.
Contemporaneamente vennereo esportati in Inghilterra molti album e brani di musica elettronica che portarono alla formazione di raduni segreti anche nel continente Europeo. Ed è proprio qui che si affermarono nuovi stili tra cui l’acid jazz, la drum and bass e la jungle.Con la forte espansione di questo tipo di musica nacque l’esigenza di dare vita ad una convenzione fra i diversi produttori che permettesse a strumenti realizzati da aziende diverse di collegarsi tra loro. Fu così che venne creato il protocollo midi che affermò il computer come strumento di produzione musicale.

midi

Un’altra gamma che fa parte della musica retrò  è il synth pop.  Il synth pop è un genere musicale caratterizzato dalla fusione della music pop con i suoni elettronici del synthetizer che porta in questo periodo una novità nel mondo della musica internazionale. Tra i maggiori esponenti di questo genere troviamo: The Human League,Gary Numan e i Depeche Mode. I Depeche Mode si sono affermati sulla scena synth pop inglese agli inizi degli anni ottanta che godono di fama internazionale. Questo gruppo ha abbracciato più di un genere musicale, con larghe concessioni al pop rock e alla new wave, con un’ imponente incursione nella dance, fino a diventare il gruppo synth-pop di maggior successo nella storia della musica elettronica, ed una delle band più influenti degli ultimi trent’anni. Secondo una rivista musicale britannica i Depeche Mode sono “la band elettronica più popolare e longeva che il mondo abbia mai conosciuto”.

Detto questo vi lascio con una serie di Canzoni che hanno contraddistinto la musica retrò! Per ascoltare i seguenti brani dovrete cliccare sul titolo che vi indirizzerà al video su youtube! Buon Ascolto e buona visione!

Juan Atkins – Techno City

Kevin Saunderson – Tranzister

Jamie Principle – Waiting On My Angel

MARSHALL JEFFERSON – MOVE YOUR BODY

X-Ray – Let’s go

The Human League – Don’t You Want Me

Gary Numan – Warriors

Depeche Mode – I Just Can’t Get Enough