Dj Set: crea il tuo e promuovilo online

0
149

Buongiorno a tutti! Se siete appassionati di mixing e produzione musicale, sapete sicuramente il significato di Dj set. Ma se siete neofiti alle prime armi nel mondo della musica e non avete idea di cosa significhi ve lo spiego subito: si tratta di un mixaggio di più brani che un dj effettua in una singola sessione (ad esempio in una serata oppure in una trasmissione radiofonica) senza fermare mai la musica aggiungendo diversi effetti per combinare a meglio le tracce.
Per darvi un esempio ecco il dj set del famoso artista Carl Cox (Suona principalmente brani Techno e Tech-House):

In questo articolo voglio quindi darvi delle dritte per creare un buon dj set e publicizzarlo online per farvi conoscere nel mondo della musica elettronica perchè una volta che avrete creato le vostre demo (ovvero dei mix registrati) da inviare ai diversi locali, potete costruirvi un nome e magari diventare dei dj di tutto rispetto.

Iniziamo con il software da utilizzare: se volete risparmiare potete scaricare gratuitamente il ben noto Virtual Dj: come software è molto basilare ed è utilizzato principalmente da tutte quelle persone che cominciano a muovere i primi passi nel mondo del Djing.
Per cominciare a registrare il vostro mix basterà andare sotto la voce Record e cliccare Start Recording come mostrato in questa immagine:
Dj set

A questo punto basterà scegliere la cartella di destinazione dove verrà salvata la vostra registrazione e il gioco è fatto! Ora potete sbizzarrirvi nel creare il vostro Set di canzoni! Ma come programma a mio parere è molto limitato anche perchè non c’è una grande varietà di effetti e opzioni presenti su altri software più professionali che però sono a pagamento.

Leggi anche: Traktor kontrol s4 mk2 vs. Pioneer ddj sx: due controller a confronto

Se volete puntare su un’altro software spendendo un po di denaro vi consiglio Traktor Pro 2 acquistabile direttamente sul sito ufficiale della Native Instrument al prezzo di 99 €.
Questo programma è davvero professionale: consente di aggiungere tantissimi effetti ai vostri Mix e si collega perfettamente ai principali Controller e Consolle per Dj.
La sua interfaccia è davvero accattivante e molto intuitiva  anche per i principianti che possono facilmente muoversi all’interno di questo programma dove troviamo: una sezione per gli effetti ai 2 lati superiori della schermata; i due deck (che volendo diventano quattro) comprensivi di tempo fader (per regolare i BPM), cue point e loop, dove vengono inserite e controllate le traccie; un mixer centrale dove sono concentrati tutti i gain e i fader per regolare i volumi delle diverse frequenze (alti, bassi medi, filtro, ecc.) e nella parte sottostante si ha la libreria di tutti i brani disponibili.

Anche qui è possibile registrare le vostre traccie facilmente come mostrato in questa immagine:

Traktor Pro

 

Bene adesso si tratta solo di creare un buon mix e non è così difficile come tutti pensano. Di certo se siete alle prime armi dovrete fare un po di pratica ma posso elencarvi alcuni passaggi di base per realizzare un dj set di tutto rispetto:
– Mandare le due traccie agli stessi BPM (fondamentale)
– Scegliere traccie dello stesso genere con bpm simili per facilitare il passaggio tra le due canzoni (alcuni dj per stravolgere i loro dj set inseriscono spesso uno o più brani di un genere diverso in modo da movimentare maggiormente la serata)
– Togliere i bassi dalla prima canzone quando si vuole passare alla seconda
– Per un passaggio più uniforme tra le due canzoni, effettuare il cambio attraverso l’intro (parte iniziale che si trova nelle edizioni Original Mix ovvero la versione originale prodotta dal dj) della canzone in entrata  quando nella prima canzone subentra l’outro (parte finale)
– Tagliare le frequenze di bassi o di alti attraverso il filtro per enfatizzare maggiormente lo stacco tra la strofa (Verse) e il ritornello (Drop)
– Aggiungere effetti di Riverbero e di Delay nel build up (parte di transizione tra strofa e ritornello) per creare una sensazione di lontanza e toglierli quando riparte il drop
– Aggiungere qualche Scratch per rendere più interessante la tua sequenza

Una volta finito di registrare non ci rimane altro che caricare online il Mix online e promuoverlo. Ma dove caricarlo?
La risposta è presto detta: ovviamente i servizi migliori al momento sono i famosi Youtube e Soundcloud! Peccato però che negli ultimi anni a causa della diffusione di copie pirata dei brani coperti da diritti di d’autore i dj set vengono immediatamente rimossi e la possibilità di caricare i propri mixtape è data solo a quei dj autorizzati a riprodurre copie promozionali. Quindi se volete ricorrere a questi 2 servizi dovrete necessariamente usare canzoni senza diritti di copyright che diversi producer mettono a disposizione gratuitamente (basta fare qualche ricerca per trovarne qualcuno).
Per caricarlo su youtube è necessario modificare la traccia audio inserendo almeno un’immagine o una sequenza di immagini per trasformare la traccia in formato video (dato che Youtube non consente l’upload di formati audio come mp3, waw ecc.). Per fare tutto ciò io mi affido a Windows Movie Maker, scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale di Windows, che offre una semplice interfaccia grafica e un facile utilizzo che ti permetterà in pochi passi di creare una brano in formato video.
Se invece vuoi caricare la traccia su Soundcloud, non c’è bisogno di modificare niente e potrai caricare facilmente la tua traccia in formato Mp3.
Inoltre ci sono servizi molto simili a Soundcloud che permettono l’upload di tracce coperte da copyright: il più noto è  Mixcloud. Questo sito ha una grafica simile a soundcloud (oltre al nome) e quando si carica una registrazione bisogna inserire l’elenco dei brani mixati (se viene caricato senza inserire la playlist, questa verrà creata automaticamente da un software) e questo permetterà al sito di pagare le royalties ai proprietari del brano.
Infine se volete promuovere il vostro mixtape potete ricorrere ai principali social network tra cui Facebook, Twitter e Google Plus condividendolo con il vostro profilo o creare una pagina con il vostro nome d’arte!

Detto questo siamo giunti alla fine dell’articolo e spero che vi aiuti a creare il vostro primo dj set e muovere i primi passi verso il mondo del djing e della musica elettronica!