Come Diventare Dj Professionista:i 5 passi da seguire

10
1653

Buongiorno a tutti! Ho deciso in questo articolo di scrivere alcuni consigli per orientarsi al meglio nel mondo del djing e spiegarvi come diventare dj professionista di tutto rispetto. Devi sapere che dj non ci si diventa da un giorno all’altro ma occorre tanta passione e voglia di imparare, ma soprattuto moltissima pazienza! Non ti assicuro che in pochi giorni sarai chiamate dalle principali discoteche italiane o internazionali ma con un po di impegno e forza di volontà potrai crearti un tuo stile e magari cominciare a muoverti tra diversi club della tua zona per arrivare un giorno a suonare in una vera e propria discoteca. La figura del dj al giorno d’oggi è molto richiesta nei locali e sono sicuro che anche nella tua zona c’è almeno un bar o comunque una disco pub che organizza delle serate e questa è l’occasione giusta per mettere in mostra la tua passione per la musica! Devi solo farti coraggio e intraprendere questo fantastico percorso! Non sarà facile, ma con il tempo otterrai degli ottimi risultati e ne potrai andare veramente fiero.

Detto questo, passiamo ora alla lista dei 5 passi da seguire che ti spiegherà come diventare dj e creare una tua immagine.

1° Passo: Scegli il genere di musica che suonerai nei club:

E’ necessario scegliere prima di tutto su quale gamma di canzoni vorrai focalizzarti per dare un’immagine ben definita ai club e alle persone di che musica suonerai durante la serata e quindi sarà più facile crearti una vera e propria nicchia di persone che vorrano ascoltare quello che mixerai. E’ importante focalizzarsi su un genere che  adori suonare e con il quale riesci a muoverti molto bene. Se scegli un tipo di canzoni che non senti tuo, molto probabilmente non ti divertirai e non saprai animare bene la serata e tutto questo porterà ad un fallimento della tua “carriera”. Comunque ti consiglio di tenere sempre con te anche altri generi per far fronte alle esigenze della serata e magari per dare un tocco di personalità alle tue serate! Tra i principali generi suonati al giorno d’oggi nei Club troviamo: House (tra cui electro house o house commerciali ovvero quelle che senti alla radio), Deep House, Techno e Minimal, ma ce ne sono tante altre tra cui: Afro, Dustep, Drum’n Bass, Hip hop e la lista continua.

Come diventare Dj

 

2° Passo: Scegli il software e la consolle (o controller) che utilizzerai per le tue serate:

Bene una volta scelto il genere di musica su cui concentrarti è arrivato il momento di andare a scegliere quale software e quale attrezzatura utilizzerai per la tua serata. Partiamo dal programma: se vuoi cominciare a muovere i primi passi nel mondo del djing ti consiglio di cominciare scaricando l’ultima versione gratuita di Virtual Dj 8 dal sito ufficiale. Ovviamente questo software non è il massimo della professionalità ma vi garantisce le principali funzioni di mixaggio tra cui lo scratch, i cue, e alcuni effetti. La grafica è molto intuitiva e imparare le basi qui è davvero una passeggiata!

Virtual dj 8

Quando sarete in grado di fare un buon mix potete, volendo, passare a un software più professionale: Traktor Pro. Anche questo è acquistabile direttamente dal sito della Native Instruments al prezzo di 99 € e penso che li valga tutti. Qui ci troviamo di fronte ad un software di alta qualità utilizzato dai più grandi Dj Internazionali e può essere utilizzato su tutti i principali sistemi operativi. Offre tutte le caratteristiche di cui un dj ha bisogno e a mio parere è completo a 360° gradi offrendo tutti le funzionalità possibili e immaginabili per mixare al meglio le tue traccie. Tra quelle più innovative troviamo la possibilità di aggiungere dei Deck Remix oltre ai 2 principali deck dove potrai caricare dei samples o dei loops che permetteranno una spettacolare personalizzazione dei tuoi brani ovvero il cosidetto Remix Live.
Se vuoi farti un’idea di quello che può offrirti Traktor guarda questo breve video:

Infine c’è anche un’altro software che sta prendendo piede nel mondo del djing ed è Serato dj acquistabile sul sito ufficiale a un prezzo di 129 $. Questo software ha un interfaccia simile a quella di Traktor e  anche in questo caso abbiamo una grande varietà di funzioni che fanno di questo programma uno dei migliori per diventare dj!

Bene, dopo aver scelto il software è ora di passare all’attrezzatura e fare una scelta: comprare un controller o una consolle? Questo dipende da quanto siete disposti a spendere. Se non avete un budget abbastanza elevato vi consiglio di cominciare con un controller. Il controller ragruppa le principali funzioni che troviamo nel software tra cui: equalizzatori delle frequenze (bassi, medi e alti), cue, preascolto in cuffia, Browsing delle cartelle, Effetti e tanto altro. Io penso che per imparare un controller va più che bene e se non sapete quale scegliere vi consiglio di leggere il mio articolo “Traktor kontrol s4 mk2 vs. Pioneer ddj sx: due controller a confronto dove parlo di due buoni controller presenti sul mercato e le loro caratteristiche.

Se invece avete un buon budget da poter spendere vi consiglio di puntare su una consolle completa formata da un mixer a più canali (almeno 2) e 2 CDj. Ovviamente la marca più rinomata per le consolle è la Pioneer che offre una vasta gamma di mixer e di Cdj di qualità ma che non sono di certo economici. Secondo me comprare una consolle di questa portata è come un’investimento: se credete veramente in voi stessi e nel sogno di diventare dj e se ne avete la possibilità vi consiglio di puntare su questi prodotti perchè offrono una qualità davvero unica e vi permeteranno di acquisire l’arte del djing fino a fondo. In alternativa potete puntare sempre su prodotti usati (se ne trovano in abbondanza sui principali e-commerce tra cui ebay e subito). Altre marche buone su cui puntare sono la Numark e la Denon che offrono consolle di alta qualità.

Consolle Pioneer

 

3° Passo: Acquista le canzoni che suonerai nei tuoi Dj-set

Ora che hai a disposizione tutta l’attrezzatura necessaria per mixare puoi acquistare le canzoni che preferisci. Ti consiglio di comprarle sul web dove troverai molti servizi che permetteranno l’acquisto in modo semplice e intuitivo. Io prediligo Beatport perchè permette il download di Mp3 di Ottima qualità (320 Kbps) che potrai immediatamente utilizzare sul software inserendolo direttamente nella libreria. A mio parere è il principale portale dei Dj di tutto il mondo e qui puoi trovare tutti i brani più conosciuti e non di artisti di fama internazionale. Inoltre le canzoni sono divise per generi e puoi trovare per ogni genere la classifica delle traccie più vendute al momento.
Un’alternativa è Itunes, ovvero un’applicazione dove è possibile acquistare tutti brani a un prezzo conveniente (di 0.99 $ o 1,29 $) e sarai in grado di trasformarle nel formato che preferisci grazia al codec integrato nel programma.

itunes logo

beatport logo

4° Passo: Contratto con la SIAE

Come diventare dj in maniera ufficiale? Uno dei passi più importanti è stipulare il contratto con la siae per suonare le canzoni tutelate da copyright e quindi vi consiglio vivamente di farlo. Per compilare il modulo basta andare sul sito della SIAE e andare nella sezione Deejay Online e la sottoscrizione ha i seguenti costi:
– fino a 2.000 copie lavoro = € 200,00+10,00 diritti di segreteria+IVA=€ 254,10
– fino a 5.000 copie lavoro = € 400,00+10,00 diritti di segreteria+IVA=€ 496,10
– oltre 5.000 copie lavoro = € 600,00+10,00 diritti di segreteria+IVA=€ 738,10

Per inziare va benissimo la prima opzione, cioè fino a 2.000 copie lavoro. Dovrete poi redigere il borderò, ovvero l’elenco delle canzoni che suonerete in una determinata serata in modo che la Siae retribuisca, con le royalties, gli autori dei suddetti brani. Effettuata questa operazione sarete garantiti da un “contratto” che vi permetterà di suonare nei diversi club. Questa fase è molto importante e vi “trasformerà” in dj professionale a tutti gli effetti!

 

logo Siae

 

5° Passo: Promuoviti online e nei vari locali

Ora che hai tutto il necessario, arriva la fatitica domanda: come diventare dj e cominciare a suonare nei club? Prima di tutto ti consiglio di crearti una pagina sui principali social tra cui Facebook, Google +, Soundcloud, Twitter, Youtube, Instagram e gli altri. Fatto questo puoi cominciare a creare i tuoi mix che potrai caricare su Mixcloud e le tue demo da inviare ai diversi locali della tua zona, per  costruirti un tuo “stile” e portare più gente possibile, pubblicizzando l’evento sul web o anche nei paesi limitrofi, in una particolare serata, e vedrai che il proprietario del locale sarà contento e soddisfatto e, molto probabilmente ti chiamerà in futuro per organizzare altri eventi. Inoltre potete crearvi un vero e proprio sito web e un logo con il vostro nome d’arte. Se non siete molto pratici, potete farvi aiutare da qualche designer o web master! Vedrete che con duro lavoro e passione raggiungerete i vostri obiettivi!

Dj

 

Ci siamo! Ora che sai come diventare dj sei pronto a realizzare il tuo desiderio di animare le serate nei club di tutt’Italia! In bocca al lupo!

Se l’articolo ti è stato utile ti invito a condividere e mettere un mi piace sulla nostra pagina. Grazie 😉

Ti ricordo che puoi consultare la sezione delle classifiche musicali che ti aiuterà a scegliere i brani migliori per le tue serate!

  • Ciao, ottimo articolo che almeno fornisce un infarinazione rapida ed intuitiva per chi è interessato.
    Permettimi di lasciare questo sito per chi volesse approfondire ancora di più il concetto in modo dettagliato. Un abbraccio.
    http://www.dariopower.it

    • Alessandro Zavattero

      Ciao grazie per l`interessante articolo, ho iniziato da poco vi lascio qua la mia pagina su mixcloud spero che vi piacia i miei generi sono House, Tech House, Deep House e Techno Link: https://www.mixcloud.com/alessandro-zavattero/

  • Grazie del commento! Infatti ho cercato di essere di essere breve ma essenziale nella guida per muovere i primi passi! 😉

  • Il sito è bello, niente da dire. Fossi in te però abbasserei il prezzo su vendereilsitoweb.com in quanto gli mancano dei requisiti, come ad esempio la domain history visto che è nato da qualche mese…
    Comunque niente male, complimenti 🙂
    Ciao

    • Ho deciso di non venderlo più, sto provando a farlo crescere 😉

  • scusa l’intromissione ma non puoi ridicolizzare VirtualDJ8 nei confronti di un giocattolino come traktor che tra poco lo regalano con le patatine pur di vendere i loro hardware di infima qualità cinese, le funzioni di VirtualDJ 8 sono infinite, poi se uno deve suonare solo un playlist di EDM vanno bene anche i freeware.

  • direi di non venderlo dj lamberto http://www.djlamberto.com

  • GIOVANNI SELMA

    Ciao, volevo innanzitotto farti i complimenti e ringraziarti per la dediziona con la quale scrivi i tuoi articoli, insieme alle pagine che ho letto su http://www.comediventaredj.it e alla tua guida sto finalmente riuscendo a “sfondare” nel mondo del dj.
    Grazie di cuore, sei un grande!

  • Mario Presterà

    Ciao, Quale modello è questa pioneer?